Cookie Policy Iniziare a conoscere il credito al consumo - baccarato.org

Iniziare a conoscere il credito al consumo

(Asbac, 20.10.2021) – L’acquisto di un televisore, una lavatrice, un’automobile, a rate, nasconde, a volte, dei piccoli trucchi che possono essere stanati. Basta non fermarsi ai primi specchietti per allodole che lastricano la galassia dei prestiti. Utile dare un’occhiata al breve filmato del portale L’Economia per tutti della Banca d’Italia che accompagna a fare i primi passi nel credito al consumo, senza tralasciare spese di istruttoria della pratica, commissioni, imposte e oneri di un’eventuale estinzione anticipata del prestito.
Attenzione alle pubblicità che parlano di finanziamenti a tasso zero! Si tratta di una sottolineatura racchiusa nella Guida della Banca d’Italia dedicata al Credito ai consumatori in parole semplici (consultabile on-line e disponibile, in versione cartacea, nelle banche). Non dobbiamo trascurare il Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale), indice espresso in percentuale annua sul credito concesso e comprensivo di tutti i costi del finanziamento, che rappresenta lo strumento principale di trasparenza dei contratti di credito ai consumatori.  Tuttavia persino il Taeg, in alcuni casi (in particolare, nell’apertura di credito in conto corrente e nella carta revolving), lascia dei margini di non prevedibilità relativi alle oscillazioni del tasso di interesse e alla frequenza di utilizzo e rimborso delle somme. In questi casi, la Guida di Banca d’Italia suggerisce di fare attenzione agli esempi che il finanziatore inserisce nella documentazione informativa. Annunci e messaggi pubblicitari danno un primo orientamento, ma bisogna andare a fondo e scavare un po’ di più nelle caratteristiche del finanziamento. Ecco che cosa è importante sapere, a proposito del credito ai consumatori. Innanzitutto, siamo di fronte a un finanziamento da considerare in situazioni in cui è necessario denaro liquido o in caso di acquisti di beni o servizi (di importi compresi tra 200 e 75mila euro), per «bisogni personali», dunque non per attività professionali. Il finanziamento è concesso da una banca o da una società finanziaria autorizzata, anche attraverso un fornitore (per esempio il concessionario dell’auto che si è in procinto di acquistare). Il credito ai consumatori può assumere varie forme: – prestito finalizzato (o credito collegato); – prestito non finalizzato; – apertura di credito in conto corrente; – prestito con carta di credito revolving.

Rassegna sito-bibliografica

Il portale di Educazione finanziaria della Banca d’Italia | L’Economia per tutti:

https://www.bancaditalia.it/media/notizia/online-l-economia-per-tutti-il-nuovo-portale-di-educazione-finanziaria-della-banca-d-italia/

Risorse audiovisive

PODCAST | Occhio alle scelte: 3° episodio – Roberto Ciuffoli e… il credito al consumo (Banca d’Italia, L’Economia per tutti):

https://youtu.be/6FFoLY8_AGM

Approfondimenti

Le Guide della Banca d’Italia | Il credito ai consumatori in parole semplici

(Cfr. in particolare la pubblicazione del 20 luglio 2021):

https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/guide-bi/guida-credito-consumatori/index.html

֎

Chiedere un prestito personale (L’Economia per tutti. Il portale di Educazione finanziaria della Banca d’Italia):

https://economiapertutti.bancaditalia.it/chiedere-prestito/prestito-personale/

֎

Giuseppe Carriero, Il credito al consumo, in Quaderni di ricerca giuridica n. 48, ottobre 1998, pp. 58:

https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/quaderni-giuridici/1998-0048/index.html

֎

Sul sito della Banca d’Italia si può consultare l’elenco dei finanziamenti esclusi dal credito al consumo | Cfr. il Testo Unico Bancario (Tub):

www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/intermediari/Testo-Unico-Bancario.pdf

֎

Cfr. Oam (Organismo degli Agenti e Mediatori):

www.organismo-am.it