Cookie Policy Ristori-bis - baccarato.org

Ristori-bis

Ristori-bis

Gli interventi economici, varati ultimamente, spiegati e illustrati in modo semplice nei comunicati istituzionali: una sitografia che orienta nella serie di contributi a fondo perduto e nell’allargamento del bacino delle attività beneficiarie, oltre alla previsione nuova, rispetto al precedente decreto “Ristori”, nei confronti del Terzo Settore attraverso un Fondo da 100 milioni di euro per i soggetti che non rientrano tra i destinatari del fondo perduto

(Asbac, 9.11.2020 | aggiornamento del 19.11.2020) – Il decreto-legge “Ristori bis” rappresenta un’ulteriore risposta emergenziale ai problemi socio-economici collegati alla nuova ondata della pandemia che investe più o meno restrittivamente i territori regionali, secondo la suddivisione in zone rosse, arancioni e gialle. Approfondimenti e infografiche, a cura del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) e un recente comunicato stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri evidenziano i principali interventi rivolti anche al Terzo Settore, oltre a contributi per le attività con sede nei centri commerciali e per le industrie alimentari, a misure legate al credito d’imposta sugli affitti commerciali, alla sospensione dei versamenti iva per novembre, alla cancellazione della II rata dell’IMU per le imprese che svolgono le attività che danno titolo al riconoscimento a fondo perduto, alla sospensione dei contributi previdenziali per le zone gialle (a novembre) e per le zone arancioni e rosse (a novembre e a dicembre), al bonus baby-sitter e al congedo straordinario, al potenziamento del sistema sanitario, al sostegno al trasporto pubblico locale e giustizia e ad altre previsioni mirate. Si tratta di un intervento emergenziale connesso con il precedente decreto cd. “Ristori”, in base al quale l’Agenzia delle Entrate eroga ristori (di entità che va dal 100% al 400% del precedente contributo ricevuto a causa della prima ondata della pandemia) direttamente sui conti delle imprese che subiranno perdite a causa di limitazioni di orario o delle chiusure. Per esempio, un bar con ricavi inferiori a 400mila euro, che ha ricevuto precedentemente un contributo di importo medio pari a 1.961 euro, riceverà un ristoro del 150% di 2.941 euro.    

In evidenza: decreto Ristori bis | Infografica e approfondimenti

DL Ristori bis: un nuovo rapido aiuto per lavoratori e imprese (Ministero dell’Economia e delle Finanze, 12 novembre 2020):

https://www.mef.gov.it/inevidenza/DL-Ristori-bis-un-nuovo-rapido-aiuto-per-lavoratori-e-imprese/

Fonti normative

Decreto c.d. Ristori bis | Decreto-legge 9 novembre 2020 n. 149 in Gazzetta Ufficiale-Serie Generale n. 279 del 9 novembre 2020:

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-11-09&atto.codiceRedazionale=20G00170&elenco30giorni=false

Decreto c.d. Ristori | Decreto-legge 28 ottobre 2020 n. 137 in Gazzetta Ufficiale-Serie Generale n. 269 del 28 ottobre 2020:

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/10/28/20G00166/sg     

  Decreto-legge Ristori bis e decreto-legge Ristori | Sitografia 

Decreto Ristori bis | Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 72 (Presidenza del Consiglio dei Ministri, 7 novembre 2020):

http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-72/15643

Decreto Ristori | Dossier del Consiglio dei Ministri (Presidenza del Consiglio dei Ministri, 30 ottobre 2020):

http://www.governo.it/it/approfondimento/il-decreto-ristori/15550

DL Ristori: un sostegno veloce, semplice e diretto (Ministero dell’Economia e delle Finanze, 2 novembre 2020):

https://www.mef.gov.it/inevidenza/DL-Ristori-un-sostegno-veloce-semplice-e-diretto/