Cookie Policy Scintille Antiusura - baccarato.org

Scintille Antiusura

Scintille Antiusura
  • (Asbac, 9.09.2020) – Una domenica dedicata al Corso di formazione per gli operatori. Prevenzione e lotta all’usura nella sede dell’Associazione Baccarato – Fondo per la Solidarietà e l’Antiusura Onlus (6 settembre 2020, ore 9:00-18:00, Via dei Durantini 129, Roma). Relatori della giornata formativa sono stati il dott. Ignazio Barbuscia e l’avv. Francesco Zino. Prevenire l’usura, attraverso il sostegno alle persone e alle famiglie sovraindebitate, e lottare contro gli usurai, supportando nel percorso precedente e successivo alla denuncia i soggetti caduti nella morsa usuraria, è il lavoro quotidianamente praticato dagli operatori dell’Antiusura. Parallelamente si fronteggia sul territorio anche il Racket, mettendosi accanto a chi è oberato dalle richieste estorsive. L’Associazione Baccarato (acronimo Asbac) lavora, giorno dopo giorno, per portare avanti la missione scelta: «Dare speranza, rivedere il sorriso e la luce nei volti di tutti coloro che si rivolgono a noi e vederli ricominciare a vivere serenamente».
 

Nei casi di sovraindebitamento, tutto parte dal primo incontro con le persone. L’accoglienza e l’ascolto richiedono «empatia, rigore, lucidità», secondo il dott. Ignazio Barbuscia, Presidente dell’Associazione Baccarato, attento a sottolineare quanto sia decisivo richiedere alle persone «trasparenza nel racconto», per avere una visione chiara del problema. È necessario valutare la situazione debitoria e scegliere la traiettoria da seguire per uscire dal peso debitorio accumulato: il consolidamento dei debiti e la trattativa con i creditori (in modo da precedere il campanello dei decreti ingiuntivi). C’è sempre «una via d’uscita», ha fatto notare il Presidente di Asbac che non si è limitato alla teoria ma ha proposto l’esame di casi pratici. Il sostegno al sovraindebitamento è fornito dall’Associazione Baccarato, iscritta negli elenchi del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef), ai sensi dell’articolo 15 della legge 108/1996, attraverso il Fondo di prevenzione del fenomeno dell’usura del Mef. Parallelamente, si può ricorrere agli aiuti al sovraindebitamento messi a disposizione dalla Regione Lazio in base alla legge 14/2015.

Le lancette delle ingiunzioni di pagamento da parte dei creditori. I profili giuridici del debito sono stati prospettati durante la relazione dell’avv. Zino che, attraverso l’esempio dell’«orologiaio», ha evidenziato l’importanza della «tempestività» nell’affrontare le situazioni debitorie e della valutazione di ogni singolo caso. Senza addentrarsi negli aspetti tecnico-giuridici che hanno riguardato i cardini della relazione dell’avv. Zino (decreto ingiuntivo, atto di precetto, pignoramento, legge 3/2012), per chi opera nell’ambito dei sovraindebitamenti occorre considerare che il ruolo dell’avvocato non deve limitarsi alle fasi giudiziarie, perché può dare un apporto fondamentale anche in ambito stragiudiziale. Insomma, l’avvocato è da consultare anche in qualità di consulente legale.

Se la prevenzione dell’usura richiede l’impegno capillare di coloro che operano nella sede dell’Associazione e dell’équipe di consulenza legale e fiscale, ancora più delicata appare la lotta contro l’usura, prima e dopo la denuncia. Sul territorio, l’usura presenta un quadro composito, complesso, ramificato. Esiste «l’usura di quartiere – dei “cravattari” –, l’usura dei cosiddetti colletti bianchi (quella messa a punto da professionisti dediti a praticarla o a mandare i loro addentellati addirittura nelle corsie degli ospedali), l’usura condotta dalle mafie dagli anni ʼ90 in poi», come delineato dal dott. Ignazio Barbuscia durante una giornata formativa che si è rivelata una scintilla per lavorare sul campo.

   

Fonti normative

Legge 108/1996, legge 44/1999; legge 3/2012:

https://www.baccarato.org/leggi-nazionali/

Regione Lazio, legge 14/2015:

https://www.baccarato.org/leggi-regionali/