Sofferenza (crediti in sofferenza)

Quando le persone fisiche o giuridiche, che hanno contratto prestiti con banche o intermediari finanziari, attraversano difficoltà economiche successive all’accensione di mutui o prestiti al consumo o di altre forme di finanziamento, si ricorre all’espressione crediti in sofferenza, per indicare la difficoltà nella solvibilità o l’insolvenza del credito (al di là dell’accertamento giudiziale) e la conseguente incertezza nella riscossione da parte di banche e intermediari finanziari.